Dupont- la vita, le opere - Parrocchia Cattolica di S. Giovanni Evangelista in Quartu S. E.

Vai ai contenuti

Dupont- la vita, le opere

Ricordiamo


LA VITA, LE OPERE


 
Il 29 gennaio 2020, serenamente, è tornato alla casa del Padre Mons. Georges-Hilaire Dupont a Saint-Hilaire-du-Harcouet.
Era uno dei dieci vescovi più anziani del mondo.
Nacque il 16 novembre 1919, a Virey, in una famiglia dove le vocazioni religiose erano numerose.


Vescovo di una provincia del Ciad

Attratto dalla vocazione missionaria, Georges-Hilaire Dupont si unì ai padri oblati nel 1937. Venne ordinato sacerdote il 9 maggio 1943.


Attratto dalla vocazione missionaria, Georges-Hilaire Dupont si unì ai padri oblati nel 1937. Venne ordinato sacerdote il 9 maggio 1943. Richiesto per il lavoro obbligatorio in Austria, tornò e fu mandato in Ciad nel 1946, in una regione dove nessun missionario aveva mai soggiornato prima. Fu lì che fu nominato vescovo, il 1 maggio 1964, per la provincia di Pala.
Come vescovo partecipò al Concilio Vaticano II.
Georges-Hilaire Dupont organizzò e realizzò la sua missione ciadiana per dieci anni.
Per un decennio "ha cercato di adattare il suo ministero alla mentalità africana, il suo modo di agire non è sempre stato ben compreso dalle autorità romane" dice una biografia di famiglia.


Chiese il suo ritorno in Francia nel 1976, dove è stato responsabile delle parrocchie di tutta la Francia: Senna-Maritime, Vaucluse, Corsica.
Si ritirò a Virey nel 2004.
 
A partire dal 1996 scelse Quartu Sant’Elena, accompagnato dalla sua fedele perpetua Annella Pillai di Quartu, dove periodicamente trascorreva dei periodi: “Per asciugare le ossa dalla umidità della Normandia”. Durante questi periodi presenziava attivamente alle celebrazioni, trasmettendo il suo amore per la Parola di Dio, nella parrocchia di San Giovanni Evangelista.  
In qualità di uno dei pochi padri conciliari, nel maggio del 2014 tenne una conferenza nella Facoltà di Teologia di Cagliari sulla sua esperienza vissuta al Concilio Vaticano II.


Incontro con Papa Francesco


Nel 2014, incontrò Papa Francesco su un argomento che portava avanti da quarant'anni per difendere la sua visione della Chiesa africana: l'uso di un materiale eucaristico che corrisponde all'opera del popolo del Ciad e non dei paesi mediterranei, vale a dire il miglio invece del pane.
Georges-Hilaire Dupont ha vissuto gli ultimi anni a Saint-Hilaire-du-Harcouet ed è venuto amancare il 29 gannaio 2020 a cent'anni compiuti.
Torna ai contenuti